Quali lavori posso fare con l'ecobonus al 110%?

Lista lavori cha danno accesso all'ecobonus

I lavori che possono essere eseguiti con l’utilizzo dell’ecobonus al 110% vanno divisi in due categorie. La prima categoria di lavori è quella che a tutti gli effetti dà accesso all’ecobonus, la seconda invece è quella che può accedere all’ecobonus a patto che siano stati fatti dei lavori appartenenti alla prima categoria.

 

La prima categoria di lavori comprende:

[1a] Interventi di isolamento termico dell’edificio. L’intervento deve riguardare almeno il 25% delle superfici opache disperdenti (in sostanza delle pareti esterne, escluse porte e finestre, e incluso il tetto)

[1b] Nei condomini, interventi sulle parti comuni per sostituzione degli impianti di riscaldamento con nuovi impianti di riscaldamento di classe energetica almeno pari ad A. Tra gli impianti più comunemente utilizzati, caldaie a condensazione e pompe di calore.

[1c] Negli edifici unifamiliari o plurifamiliari indipendenti, sostituzione degli impianti di riscaldamento con nuovi impianti di riscaldamento a pompa di calore.

1a

1b

1c

La realizzazione di almeno uno dei tre lavori descritti sopra dà accesso all’ecobonus anche alla seconda categoria di lavori:

[2a] Installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica, sistemi di accumulo integrati negli impianti fotovoltaici, infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici

[2b] Tutti gli interventi di efficientamento energetico già detraibili a inizio 2020, tra cui, il più comune è la sostituzione degli infissi di porte e finestre che danno all’esterno dell’edificio. Gli altri interventi riguardano l’installazione di schermature solari e dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldmaneto/climatizzazione

2a

2b

Limiti di spesa per i singoli interventi

Per ognuno di questi interventi sono stati posti dei limiti di spesa, descritti in seguito:

[1a] isolamento termico - limite di spesa di 50.000€ per edifici unifamiliari o per ogni unità immobiliare di edifici plurifamiliari indipendenti. Limite di spesa di 40.000€ per ogni unità immobiliare in appartamenti fino a 8 unità. Limite di spesa di 30.000€ per ogni unità immobiliare in appartamenti oltre le 8 unità immobiliari.

[1b] riscaldamento condominio - limite di spesa di 20.000€ per ogni unità immobiliare in appartamenti fino a 8 unità. Limite di spesa di 15.000€ per ogni unità immobiliare in appartamenti oltre le 8 unità.

[1c] riscaldamento unifamiliare - limite di spesa di 30.000€. Limite di spesa di 30.000€ per unità immobiliare in caso di plurifamiliari indipendenti.

[2a] fotovoltaico - limite di spesa di 48.000€

[2b] infissi, schermature - limiti di spesa precedentemente stabiliti e comunque non oltre 96.000€

 

Va sottolineato che rientrano nell’ecobonus e quindi nei limiti di spesa anche i costi di progettazione oltre che quelli di acquisto dei materiali ed esecuzione dei lavori. Generalmente, le soglie imposte sono comunque abbastanza ampie da non porre limiti bloccanti nella realizzazione dei lavori.

Tabella lavori ecobonus

Isolamento termico dell'edificio

Sostituzione caldaia classe 'A' in condomini

Sostituzione con pompe di calore in unifamiliari

Istallazione impianto fotovoltaico

Installazione infissi, schermature, ...

Vincoli normativi sull'accesso all'ecobonus

Oltre alla lista dei lavori e i limiti di spesa stabiliti, ci sono alcuni vincoli da rispettare per poter accedere all’ecobonus. Questi vincoli vanno necessariamente rispettati per accedere all’ecobonus e vengono elencati in seguito:

 

  • L’insieme dei lavori eseguiti migliora di almeno due classi energetiche l’edificio. Per verificare questo punto deve essere rilasciato un attestato di classe energetica dell’edificio prima dell’inizio dei lavori e uno dopo la conclusione dei lavori. Nel caso in cui l’edificio avesse già una buona classe energetica e non potesse fare un salto di due classi energetiche, dovrebbe comunque raggiungere la classe energetica più alta disponibile.

  • In caso di isolamento termico dell’edificio, i materiali isolanti devono rispettare i criteri ambientali minimi, definiti nel CAM

  • In caso di isolamento termico dell’edificio, il pacchetto isolante scelto deve garantire il rispetto delle soglie dell’indice di trasmittanza dell’edificio, definite secondo la zona climatica in cui si trova

  • Gli interventi, oltre ai massimali di spesa visti sopra, hanno dei limiti di costo specifico per ogni lavoro eseguito, di solito definiti come costi di lavoro al metro quadro di superficie interessata.

  • Gli interventi sulle unità immobiliari possono essere commissionati da persone fisiche al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa.

 

Al fine di garantire il rispetto di tutti i vincoli è importante far predisporre un progetto lavori prima di partire, che tenga in considerazione lo stato di fatto dell’edificio e il Comune in cui si trova.

Detrazioni fiscali o cessione del credito

L’ecobonus consente di portare in detrazione fiscale le spese sostenute per i lavori sopra elencati. L’importo, detraibile dall’imposta IRPEF, è pari al 110% dei costi sostenuti e va ripartito nell’arco di 5 anni con somme di uguale entità. Questo significa che, ad esempio, a fronte di una spesa lavori di 50.000€, in 5 anni sarà possibile rientrare di 55.000€ (come sconto sull’imposta IRPEF), ripartiti in rate di 11.000€ ogni anno.

La novità introdotta dall’ecobonus al 110% è la possibilità della cosiddetta ‘cessione del credito’. In questo caso, a fronte dei lavori svolti viene creato un credito d’imposta pari al 110% del costo dei lavori eseguiti. Il credito d’imposta creato, a sua volta, può essere ceduto a:

  • Impresa che ha svolto i lavori, a cambio di uno sconto in fattura pari al totale del costo dei lavori eseguiti

  • Istituto finanziario, banche e assicurazioni, in cambio del corrispettivo pagamento pari al totale del costo dei lavori eseguiti

Detrazioni fiscali al 110%

-esempio-

Sconto in fattura

-esempio-

Cessione del credito

-esempio-

Impresa Edile Sinigaglia Daniele

Via Guglielmo Oberdan, 10 - 35031

Abano Terme - Padova

© 2020 by Impresa Edile Sinigaglia Daniele

338 687 15 00